Tutto sulle piante solari

Tutto sulle piante solari



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Se vivi in ​​una regione soleggiata con terreno arido e un clima secco nel tuo giardino, le piante del sole sono fatte per te. In effetti, la scelta di piante adattate alle condizioni climatiche del luogo di residenza è la garanzia di piantagioni sane e piante che prosperano pacificamente nel corso degli anni. Con piante perenni, rampicanti o succulente, è disponibile una grande varietà di piante solari.

Cosa sono le piante solari?

Le piante solari sono piante molto resistenti alla siccità che, come suggerisce il nome, hanno bisogno di una grande quantità di sole, diretto o prolungato, per crescere. Un'altra peculiarità, non consumano quasi acqua e richiedono pochissime cure. Non c'è da stupirsi che siano anche chiamate piante di cammello. Robusti, hanno radici profonde che rilevano la minima goccia d'acqua e quindi riescono a fare riserve, utili nella stagione calda.

Piante solari: quali scegliere?

- Piante rampicanti Molto grazioso come un ornamento sui muri di pietra delle tipiche fattorie provenzali, ad esempio, scalano vigorosamente pergole o recinzioni, si adattano a qualsiasi terreno povero e sono deliziosamente esposti ai raggi del sole. Tra questi si possono citare caprifoglio, bignone, passiflora, nasturzio tricolore, bouganville.
- Piante perenni Queste piante, che possono vivere per diversi anni e produrre diverse fioriture, sono spesso resistenti. Tra questi, ci sono diverse specie che prosperano solo in pieno sole: achillea, lavanda, colombina, cisto, santoline, coronilla, prede, begonie, aubrietes, artemisia. - succulente Meglio conosciuti come piante grasse, sopravvivono solo in ambienti aridi. Conservano l'acqua attraverso le loro foglie, steli e radici e quindi supportano periodi di grande siccità. Aloe, lithops, euforbie, eoni, agavi, echeverie sono tra le specie succulente più famose e robuste. - Altre piante completano l'elenco: nella famiglia di alberi e arbusti, possiamo citare l'olivo, l'oleandro, l'eucalipto, la mimosa, il rosmarino.

Impianti solari: quale manutenzione?

Per prendersi cura di queste piante resistenti alla siccità, bisogna fare attenzione a non avere una mano pesante sull'irrigazione. Con l'acqua in eccesso, le loro radici si modelleranno e le loro foglie diventeranno gialle. Questo è il motivo per cui puoi annaffiare profondamente (cioè in grandi quantità) al momento della semina e durante i mesi che seguono. Quindi metti la tua verdura a dieta secca (senza annaffiare o solo una volta al mese). Per vivere, le piante solari hanno anche bisogno di un terreno ben drenato, cioè un terreno aerato, che non trattiene l'acqua e che filtra l'umidità. Può anche essere un terreno pietroso molto povero e non è raro vedere alcune di queste piante crescere sbilenco su una parete bassa o rocce. Per cambiare la natura del tuo suolo e drenarlo, mescola sabbia o ghiaia con il tuo suolo; questo aiuta la sua irrigazione. L'autunno è la stagione ideale per la semina. Molte piante solari sono in "sonno estivo" nella stagione calda e partono più rapidamente in autunno.

Piante solari: come fare in inverno?

Naturalmente non è prevista alcuna irrigazione durante questa stagione, ma una protezione delle piante che teme l'umidità, il vento fino a temperature estreme. Puoi proteggere le piante del sole dal gelo e dal freddo con un pacciame minerale (ciottoli, ghiaia, ecc.) Da posizionare ai loro piedi. Un altro vantaggio è quello di promuovere il drenaggio del suolo. Per quanto riguarda gli arbusti e le grandi piante, proteggili con un velo invernale che permetta all'aria e alla luce di filtrare.

E per il balcone esposto a sud?

Un balcone esposto a sud è, in altre parole, un balcone che beneficia di calore e luce senza interruzioni. Un vantaggio, a condizione che tu scelga le specie che saranno in grado di resistere a questo massimo raggio di sole. Per un balcone in cui lo spazio è necessariamente limitato, lasciati tentare da composizioni di diverse varietà, raccolte nella stessa grande pentola, come la terracotta. Con sabbia, terra e ghiaia, puoi organizzare un piccolo angolo di giardino roccioso e adornarlo con piante come lavanda, achillea e santolina. Per saperne di più: www.societedesjardinsmediterraneens.org

Video: ESPOSIZIONE LUCE SOLARE, RECUPERO PIANTA IN DIFFICOLÀ