C'è una pendenza minima del tetto?

C'è una pendenza minima del tetto?

Domanda:

>

Risposta: le regole di pendenza minima si applicano ai tetti a seconda della zona residenziale e dei siti più o meno esposti ai venti.

La pendenza minima di un tetto dipende dall'esposizione del tetto al clima e ai venti prevalenti. In Francia, tre zone climatiche distinte definiscono la legislazione applicata alla pendenza: la zona 1 comprende l'intero interno del territorio e la costa mediterranea con altitudini inferiori a 200 metri. La zona 2 riguarda la costa atlantica per altitudini da 200 a 500 metri. A nord di Lorient, la striscia situata tra 20 e 40 km dalla costa orientale in questa zona; a sud, è l'intera striscia situata tra l'oceano e 20 km dalla costa. La zona 3 comprende la costa atlantica, il Canale e il Mare del Nord per una profondità di 20 km. In questa zona si trovano anche altitudini di almeno 500 metri. I siti, che rappresentano i venti dominanti, sono il secondo criterio per determinare la pendenza dei tetti. Il sito normale è costituito da pianure o altipiani. Il sito esposto riguarda l'interno del paese, vale a dire le alte montagne o le valli con forte vento, nonché le coste a una profondità di 5 km, le piccole isole o la cima delle scogliere. Infine, il sito protetto riguarda i luoghi protetti dai venti dominanti e, a seconda del tipo di copertura scelto, è possibile determinare la pendenza minima.